ITER DEI TRATTAMENTI

Il primo trattamento di Cristalloterapia può essere considerato sia un trattamento funzionale a sé stesso sia un inizio. Quando è un inizio si parla di un percorso di trattamenti in cui si compiono dei passaggi sempre molto interessanti ed entusiasmanti … almeno per me 😊

IL PRIMO TRATTAMENTO

Solitamente il primo trattamento è un’analisi e un riequilibrio generale della persona, in cui si valutano diversi aspetti tra cui:

1)-l’affinità con l’Energia Cristallina;

2)-la disponibilità della persona a proseguire e come;

3)-quali Pietre possono essere acquistate dalla persona favorire la miglior prosecuzione del percorso;

4)-l’intenzione.

L’affinità con l’Energia Cristallina si valuta nel tempo, perché per ognuno si manifesta in modo diverso. Per quanto riguarda il secondo punto le Pietre già mi fanno vedere un quadro generale di come si può continuare il percorso. Le Pietre da acquistare inizialmente sono due o tre al massimo, per la gradualità del lavoro e per non confondere inutilmente chi è alle prime armi. Come si fa da una seduta a capire già quali Pietre servono? Da un’accurata analisi iniziale, da quella prima sensazione che “vale sempre” senza giudizio e affidandosi a cosa ti suggeriscono le Pietre. L’intenzione sarebbe il motivo per cui una persona decide di fare il percorso di trattamenti, ma a volte cambia, o si rivela per quello che è veramente col passare del tempo e facendo trattamenti, quindi si prende quello che si manifesta inizialmente, lo si segue, e si valutano i cambiamenti. La fiducia nel proprio operato è fondamentale, soprattutto quando si crede di aver smarrito la strada e non si sa cosa dire alla persona che viene da te a fare il trattamento. Ci possono essere dei momenti di vuoto, ed è proprio in questi momenti che si colgono le più grandi ed entusiasmanti opportunità.

PIETRE A CASA

Una volta che la persona ha fatto esperienza di qualche trattamento, siamo a buon punto e io consiglio l’acquisto almeno di una Pietra. La sessione successiva sarà dedicata sì al trattamento ma anche all’attivazione della Pietra che avverrà con un breve e semplice rituale di benvenuto che la persona potrà riproporre ogni volta che acquisterà una Pietra nuova. Senza aver competenza in materia è comunque in connessione con la Pietra che ha, e può sperimentare a casa i possibili cambiamenti e sensazioni che la Pietra stessa porterà nella sua vita.
Così continua il percorso, portando nella propria vita sempre più Pietre e maturando nel tempo una connessione che diventerà sempre più forte e soprattutto personale. Non solo coi Seminari Esperienziali che propongo, ma anche nei percorsi personali è possibile entrare in connessione e aprire l’occhio della sensitività verso l’Energia Cristallina.
Il fine ultimo, il “traguardo” se così si può chiamare, oltre al miglioramento della propria quotidianità e della consapevolezza di sé stessi è quello di far diventare la persona sempre più indipendente nella scelta e nell’uso delle Pietre, in modo da diminuire il numero di trattamenti e far diventare il rapporto con l’operatore uno scambio in condivisione di esperienze. Anche l’operatore, nel suo ruolo, può ricevere molto da queste condivisioni, sin dal primo giorno.
La perseveranza e quindi la continuità verso un certo tipo di lavoro sono la base per avere degli ottimi risultati.

 

 

No Comments

Post A Comment